Beer clean glass day 2019

Festeggia anche tu la giornata del bicchiere di birra pulito. L’importanza di avere il bicchiere perfettamente a posto, per apprezzare al massimo quello che c’è dentro (difetti inclusi).

Servizio pinta

Esistono date per ogni tipo di ricorrenza. Negli USA si festeggia la giornata nazionale degli Abbracci, il 21 Gennaio. Il 22 Febbraio c’è la giornata mondiale del Pensiero, mentre il 14 Marzo è prevista la giornata del Pi Greco. Dal 2011, invece, c’è chi non si perde la giornata mondiale del Gabinetto, il 19 Novembre. Di giornate dedicate alla birra ce ne sono già molte, San Patrizio protettore d’Irlanda e delle stout è una di queste. Ci sono anche manifestazioni più lunghe come l’Oktoberfest, che si spalma su due settimane. C’è anche la Settimana della Birra Artigianale, manifestazione tutta made in Italy ideata e sponsorizzata dal sito di notizie birrarie Cronache di Birra.

libro-servire-la-birra

Per questo non dovrebbe sembrare così assurdo la ricorrenza che cade il 27 Aprile 2019: il Beer Clean Glass Day. E’ bene sottolineare questa esigenza, che in Italia ha il suo profeta indiscusso in Michele Galati, publican ed esperto nel servizio delle birre artigianali; presente in lungo e in largo nella penisola con i suoi corsi sempre molto seguiti. Anche il testo italiano essenziale in materia di servizio delle birre porta la sua firma, insieme a quella di Davide Bertinotti, guru degli homebrewers italiani.

Cicerone Program

L’iniziativa della prima giornata internazionale del bicchiere di birra pulito ha anche il suo hashtag #BeerCleanGlassDay ed è iniziativa del
 Cicerone® Certification Program, nota associazione americana che certifica i professionisti della birra.  Come di consueto questi eventi servono a sensibilizzare in merito all’argomento. Ma è davvero così importante avere un’occhio di riguardo per la pulizia del bicchiere? E inoltre, cosa si intende per ‘pulizia’?

John Scholl, marketing manager del programma Cicerone, spiega che ‘per avere una birra servita bene, serve un bicchiere pulito. Molti locali hanno lavastoviglie per pulire e sanitizzare i bicchieri, questo non implica che i bicchieri siano veramente puliti. I clienti saranno più soddisfatti in quelle attività che impiegano maggior cura nella pulizia dei bicchieri.’

Dirty-Glass-Illustration-callouts

Quello che in apparenza sembra un bicchiere pulito può nascondere molte insidie, che possono vanificare sia il lavoro del birraio, sia l’impegno del degustatore più esperto. Ogni birra è un’esperienza unica (o dovrebbe esserlo), valorizzarne le caratteristiche aiuta sicuramente nel diffondere il pensiero craft e la cultura del bere bene.

Spulboy
Spulboy

L’operazione preliminare al servizio inteso in senso stretto è proprio la pulizia della bicchiere di birra, che avviene di norma attraverso un attrezzo diventato familiare nei pub e nei locali specializzati: lo Spulboy. Sono disponibili sul mercato molte varianti, da molti produttori. Il concetto è identico: si sanitizza il bicchiere (precedentemente lavato) immergendolo in una vasca d’acqua contenente un detergente inodore apposito e delle spazzole per garantire un’azione meccanica. In seguito si risciacqua il bicchiere in una seconda vasca con acqua corrente. L’operazione dura pochi secondi e garantisce la perfetta pulizia del vetro, interno ed esterno.

Simone Colusso, bier sommelier della Tana del Luppolo (S. Donà di Piave – VE )

Spesso il bicchiere (come i piatti o le posate) ha residui invisibili anche dopo il lavaggio automatico. La fretta di avere continuamente pinte pulite da riempire, porta a sciacquare semplicemente il bicchiere appena uscito dalla lavastoviglie, al solo scopo di raffreddarlo. La fretta di consumare la birra (spesso ghiacciata quando fa caldo) porta il cliente a tracannarne il contenuto senza prestare attenzione ad alcuni segnali.

Per capire se un bicchiere è perfettamente pulito devi fare attenzione alla carbonazione, cioè l’anidride carbonica presente nella birra. Se le bolle in risalita si attaccano alle pareti del bicchiere , si può avere la certezza che non è stata effettuata una perfetta pulizia. La carbonazione ha importanta fondamentale nella birra perchè:
– è necessaria alla formazione della schiuma
– aiuta a percepire le sensazioni organolettiche
– bilancia il finale della birra, rendendolo più secco
– pulisce il palato aiutando ad apprezzare il sorso (o il boccone) successivo

Draught beer quality manual

La Brewers Association, l’associazione dei birrifici artigianali americani, suggerisce a tale proposito tre test che si possono fare per verificare la pulizia del bicchiere (Draught Beer Quality Manual, pagina 48).

Test del rivestimento: immergi il bicchiere in acqua, se il bicchiere è pulito l’acqua scivolerà via in modo uniforme, altrimenti si disperderà in rivoli interni al bicchiere.

Test del sale: spargi sale all’interno di un bicchiere bagnato, questo aderirà uniformemente nelle parti pulite e non si attaccherà nelle zone contenenti ancora grasso

Test della schiuma: riempi di birra il bicchiere. La schiuma aderirà uniformemente all’interno del bicchiere, in anelli paralleli ad ogni sorso, formando un motivo che può ricordare un ‘merletto’. Se il bicchiere non sarà perfettamente pulito la schiuma aderirà casualmente o per nulla.

Festeggia anche tu la giornata del bicchiere di birra pulito, sanitizzando perfettamente la tua pinta e condividendo questo appuntamento con i tuoi amici.

Cheers

Credits: immagine di copertina di Emanuela Marottoli (c) 2010

Topbeer logo