Foglie d'erba

Foglie d'erba

Quando antichi movimenti si sposano con la natura e la ricerca si unisce con la tradizione... nasce la nostra birra.
Forni di Sopra, anno 2008, Dolomiti Friulane… tutto nasce qui. E qui continuerà a svilupparsi, tra sperimentazione ed applicazione al servizio di quest’arte antichissima. Nel nostro laboratorio birraio dalla capacità produttiva di 2.000 litri di mosto al giorno, creiamo numerose specialità brassicole, senza compromessi nella scelta della miglior materia prima disponibile. Senza scegliere microfiltrazione, pastorizzazione o altri artifizi che aumenterebbero la shelf life dei nostri prodotti, ma diminuirebbero al contempo caratteristiche organolettiche e freschezza. La birra artigianale è una goccia di natura e dà il proprio meglio quando ne rispettiamo la stessa freschezza, attraverso l’accortezza nella conservazione e nel servizio, richiedendola in minor quantità, ma più frequentemente.
Il nostro mastro birraio è Gino Perissutti, fornese di nascita, classe 1972. “Da sempre amante della sperimentazione assennata, Gino rivisita stili tradizionali con personalità ed eleganza.”. Con queste motivazioni, nel 2011, è stato eletto da circa 50 esperti del settore, “Birraio dell’anno”, massimo riconoscimento a livello nazionale. Un birraio amante del proprio territorio, Forni di Sopra, immerso tra le Dolomiti Friulane, recentemente nominate “Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’U.N.E.S.C.O”. Ognuna delle sue birre racconta qualcosa di lui, dei suoi luoghi, delle sue passioni, del suo modo di vivere, di essere e di pensare. Ogni birra è per lui come un personale pensiero filosofico. Un mix di creatività, tecnica, ricerca ossessionante della perfezione e ingredienti del territorio, fanno delle sue birre espressione unica nel panorama brassicolo italiano. “La mia birra ideale” – dice Gino – “è leggera, da bere facilmente, quasi senza pensarci. E, all’improvviso, quel taglio prepotente, una sorta di personalità, un carattere che non la può rendere normale o indifferente. Se una birra semplice e buona si fa ricordare e nello squarcio di pochi attimi spensierati mi strappa un sorriso e fa sembrare il resto del mondo migliore, so che anche quest’oggi ho ricevuto un piccolo momento speciale in regalo e ringrazio in silenzio i contadini che hanno seminato l’orzo o raccolto un luppolo così profumato.”
 



Esaurito

Babel 33Cl

Babel 33Cl

4,13

Vis. da 1 a 1 di 1 (1 Pagine)