Orval

Orval

La storia del birrificio trappista dei monaci d'Orval si perde nella storia ed arriva fino all'anno 1000 circa, per intrecciarsi con un personaggio importante per l'epoca: Matilde di Canossa. La 'Grancontessa di Toscana' (questo uno dei suoi titoli) era in realtà feudataria di un territorio vastissimo che comprendeva gran parte della pianura Padana e delle regioni a cavallo dell'appennino tosco-emiliano. La sua storia arriva ai giorni nostri soprattutto per l'incontro tra papa Gregorio VII e l'imperatore Enrico VI, avvenuto presso il suo castello, per l'appunto a Canossa. La leggenda vuole che fosse ospite presso il monastero belga e durante una passeggiata fece cadere inavvertitamente l'anello nuziale nella sorgente che riforniva d'acqua la struttura. Dispiaciutissima prego che l'anello non andasse perduto e, miracolosamente, una trota uscì dall'acqua porgendole l'anello in bocca. La nobildonna, felicissima, esclamo a quel punto che quella fosse la Valle d'Oro, in francese Val d'Or. Successivamente l'appellativo divenne Orval e la trota con l'anello in bocca entrò nel simbolo dell'abbazia.

Il birrificio dell'abbazia è stato fondato nel 1931, per aiutare a ripagare gli enormi costi della ricostruzione dell'abbazia. Tra i lavoratori assunti per produrre birra c'era anche l'inventore della ricetta originale, il mastro birraio Pappenheimer. Seguendo la tradizione dell'ordine trappista, i ricavi dalla vendita di birra sono destinati al mantenimento della struttura ed alla copertura di spese per opere sociali. La prima cotta di Orval risale, quindi, al 1931 grazie alle capacità del birraio bavarese, delle materie prime di qualità usate (inclusa l'acqua purissima) ed alla tecnica inglese del dry hopping, applicata già all'epoca. La doppia fermentazione, una con lievito da alta e la seconda con lieviti selvatici, e la maturazione finale in bottiglia, richiedono numerosi e meticolosi controlli di qualità. Tutti gli sforzi del birrificio sono concentrati sulla produzione di un'unica birra, inconfondibile.



www.orval.be/


Orval 33Cl

Orval 33Cl

3,08

Vis. da 1 a 1 di 1 (1 Pagine)